Sul futuro di LLOOGG

LLOOGG, your web2.0 tail -f access.log, ultimamente sta avendo problemi. Molti utenti, da giorni, si chiedevano come mai non fosse più raggiungibile. Il sistema non riusciva più a gestire il carico di tutti gli utenti entranti con invito su LLOOGG.

Il futuro di LLOOGG è così arrivato a un bivio come spiega ‘antirez’ sul suo blog:

Siamo ad un bivio: dovremmo chiuderlo o trovare un modello alternativo, ma l’idea di una chiusura non ci piace perché’ io e Fabio siamo i primi utenti di LLOOGG, perché’ dovremmo fare a meno di questo servizio?
La soluzione e’ quella di far diventare il servizio a pagamento.

La scelta fatta è quella di mantenere un tipo di account gratuito limitato nelle pageviews e nelle features e al contempo attivarne uno nuovo a pagamento per avere tutte le features complete.

Reputo il servizio molto comodo e assolutamente complementare a Google Analytics e simili. I filtri introdotti da poco poi, sono veramente comodi per tracciare le visite su pagine appena pubblicate e la distribuzione dei visitatori con pattern specifici.

Il tutto dovrebbe tornare online prima delle 48h. Tutti gli aggiornamenti sull’account Twitter di LLOOGG.

 

2 Commenti a 'Sul futuro di LLOOGG'

Segui i commenti sottoscrivendo il feed RSS oppure TrackBack a 'Sul futuro di LLOOGG'.

  1. Scusa, non c’entra col post ma volevo segnalarti che leggendo questo post dal Google Reader ho avuto questa segnalazione da AVG
    http://img150.imageshack.us/img150/6830/screenhunter02dt7.jpg

  2. Credo proprio che sia un falso positivo derivato dal codice di esempio inserito nel post “cPanel 11: Cross-Site Scripting e Request Forgery multipli”.
    Prova.

    Ciao

:: Trackbacks/Pingbacks ::

Nessun Trackbacks/Pingbacks

Lascia un Commento