Pubblicità, statistiche, profilazione e FoolDNS

Il Web sta (ri)scoprendo la pubblicità come forma di guadagno. Il problema non sono le inserzioni pubblicitarie in senso stretto, ma la profilazione che sta dietro ad esse.

La profilazione (Behavioral targeting) si perfeziona sempre più arrivando a proporre prodotti e/o servizi ai quali si è vulnerabili; per i quali si ha un interesse particolare.
Nessuno ha notato i servizi introdotti su YouTube dopo l’acquisizione da parte di Google?

Un anno fa insieme a Matteo Flora abbiamo condotto delle ricerche sulla diffusione, nel panorama blog Italiano, a riguardo di network di inserzioni pubblicitarie e di statistiche sulle visite. I risultati sono stati tutt’altro che confortanti. Google con i suoi AdSense e Analitycs ha una penetrazione intorno al 90% della blogosfera italiana.

Non è strano che Google dopo aver acquistato la Urchin Software ha reso gratuito un software, Urchin poi rinominato Google Analytics, che prima costava centinai di dollari al mese nella versione out-sourced? Per precisione di cronaca va detto che la versione gratuita di Google Analytics non comprende tutte le features di Urchin, per quelle è necessario abbonarsi.

Oltre ad usare plug-in specifici come NoScript, CustomizeGoogle, AdBlock, ecc c’è un metodo più semplice e trasparente per l’utente finale.
Nato da un’idea sviluppata grazie ai dati emersi dal talk, FoolDNS è un servizio di DNS creato per proteggere la privacy e bypassare i filtri censori dello stato Italiano. Un servizio che rende la navigazione più piacevole. Niente più JavaScript (inserzioni pubblicitarie e tool di statistiche) di tutti quei network che collezionano dati di navigazione senza una esplicita dichiarazione. L’idea di fondo è una gestione “casalinga” di inserzioni pubblicitarie e statistiche: perchè doversi accontentare degli spiccioli che network di inserzioni regalano per ogni click e utilizzare prodotti in out-sourcing per le statistiche?!
Grazie all’invito nella beta, dopo una settimana di utilizzo, non ho riscontrato problemi. La navigazione risulta estremamente pulita e piacevole sapendo anche che non vengono caricati JavaScript dalla dubbia utilità.

Il servizio, a detta anche delle statistiche, promette molto bene:
489378 richieste evase negli ultimi 7 giorni, più di 100.000 banner bloccati e più di 200 utenti attivi.

I 10 domini più richiesti sono:

  1. mail.google.com
  2. www.google.com
  3. www.facebook.com
  4. twitter.com
  5. profile.ak.facebook.com
  6. www.test.fool
  7. www.google.it
  8. feeds.feedburner.com
  9. safebrowsing.clients.google.com
  10. www.google-analytics.com

Per i più curiosi quelle che seguono sono le url ordinate per maggior numero di banner sostituiti da FoolDNS:

  1. http://www.repubblica.it/index.html
  2. http://www.repubblica.it
  3. http://home.myspace.com/index.cfm
  4. http://messaging.myspace.com/index.cfm
  5. http://www.libero.it
  6. http://www.youtube.com
 

Un Commento a 'Pubblicità, statistiche, profilazione e FoolDNS'

Segui i commenti sottoscrivendo il feed RSS oppure TrackBack a 'Pubblicità, statistiche, profilazione e FoolDNS'.

  1. Ciao e grazie per aver parlato di FoolDns, nel bene e/o nel male :)

    Dopo qualche mese di attività ed oltre un milione e mezzo di richieste al giorno abbiamo deciso di aggiornare la pagina dei buoni e cattivi commenti (Friends & Foes) e stiamo passando a rivedere cosa il web dice di noi. Ecco perchè siamo qui ad importunarti sul box dei commenti :)
    Nei prossimi giorni ritroverai un link a questo post sulla pagina: http://fooldns.com/friends_and_foes.html

    Qualche brevissimo commento in più sulle cose che _si sono modificate_ in itinere dalla presentazione all’AdvCamp e che crediamo siano importanti da sottolineare per un’analisi approfondita: innanzitutto ci preme di sottolineare che contrariamente al Business Plan iniziale _non erogheremo più banner_ di alcun tipo: il plan è stato modificato e la versione Community è ora libera e non soggetta ad alcun tipo di banner. Ciò significa che NON serviremo banner di FoolDns e/o di altre aziende “etiche” ma che semplicemente oscureremo i sistemi di tracciamento. Punto.

    Questa modifica nei nostri piani imprenditoriali ha portato alla creazione di un servizio “FoolDns Business” che fornisce alle aziende oltre al sistema anti profilazione anche e soprattutto sistemi di creazione policy di navigazione, customizzazione delle liste e reporting in linea con la normativa sulla Privacy e le Raccomandazioni del Garante: i proventi di tale servizio alimenteranno ulteriormente il servizio Community. Se desideri maggiori informazioni puoi dare un’occhiata alle pagine dedicate: http://fooldns.com/b .

    Community è divenuta, intanto, una Public Beta: ciò significa che chiunque può ora, senza necessità di un invito, partecipare alla beta e testare il servizio con i dati di connessione disponibili all’indirizzo http://fooldns.com/beta.html .

    Tra i servizi aggiuntivi implementati per la versione Community capeggiano le liste anti Conficker & Co, un sistema automatico di Opt-Out dai principali circuiti di pubblicità, un sistema di Cookie Cleaning, un Advertising Proxy che consente di aggirare i Click-Trackers senza perdere la possibilità di vedere il link proposto ed una serie di altri tool indipendenti che saranno rilasciati com OSS nei prossimi mesi.

    Speriamo che queste informazioni ti siano utili per aggiornare la tua posizione su FoolDns e/o per rivedere il tuo punto di vista.
    Ci farebbe piacere se lasciassi questo commento a margine del tuo post, ma nel caso in cui tu preferissi cassarlo ti saremmo grati se per lo meno volessi controllare che le opinioni che hai espresso (positive o negative) si adattino ancora alla mutata configurazione.

    Per il resto ci auguriamo di vederti presto nella pagina del Friends & Foes sulla lista dei Friends e se passi per Milano saremo lieti di ospitarti per un caffè e quattro chiacchiere sul nostro servizio.

    Grazie mille!

    Quelli di The Fool s.r.l.

:: Trackbacks/Pingbacks ::

Nessun Trackbacks/Pingbacks

Lascia un Commento