Pirati con il vento in poppa

Poco più di un mese fa il sequestro di The Pirate Bay.

www.thepiratebay.org.       28800   IN      A       127.0.0.1

Ieri il dissequestro, la prima volta che accade in Italia a riguardo dei provvedimenti di “censura” di DNS o IP. La relazione tecnica preparata da Matteo Flora e il ricorso preparato da Giovanni Battista Gallus e Francesco Paolo Micozzi è servita a far ritirare il procedimento di sequestro al Tribunale del Riesame.
Il motivo della decisione del Tribunale di Bergamo non si conosce, inutile fare ipotesi per ora.

Aspettiamo per vedere quanto ci vorrà per tornare a questo:

www.thepiratebay.org.   52928   IN      A       83.140.65.11

Il punto secondo me non è di aver difeso ThePirateBay in quanto tale, ma di aver vinto una (piccola) battaglia contro l’attuale gestione del copyright e della censura.

Per chi si fosse perso le fila della vicenda può leggere in questo ordine questo, questo e questo articolo.

 

Un Commento a 'Pirati con il vento in poppa'

Segui i commenti sottoscrivendo il feed RSS oppure TrackBack a 'Pirati con il vento in poppa'.

  1. Andrea Cortopassi

    beh, finalmente qualcosa di buono; poteva essere un pessimo precedente, un conto è la lotta alla pirateria ed un conto è la censura indiscriminata voluta da qualcuno nelle alte sfere.

:: Trackbacks/Pingbacks ::

Nessun Trackbacks/Pingbacks

Lascia un Commento