Ricevo spam ma “Mi sento fortunato”

Stavo dando un occhiata alla cartella dello spam sul client di posta quando una e-mail attira la mia attenzione:

From: “Glover, Erica” <Spivey6Z@powerplantsystems.com>
To: [random_name]@gmail.com
Date: Sun, 08 Jul 2007 23:39:17 -0500
Subject: Refiance Approval. Sun, 08 Jul 2007 23:39:17 -0500

L’intestazione di per se non ha niente di particolare, è il corpo ad avermi incuriosito:

Please complete your application Sun, 08 Jul 2007 23:39:17 -0500

Tired of paying high interest rates?

Refinaance us lowest rate.

http://www.google.com/search?hl=en&q=easyratemortage+100%+mortgage+refinance&btnI=04Yi9N5jkF

“Absence and death are the same – only that in death there is no suffering.” Theodore Roosevel

La mail non contiene nessuna allegato, la cosa interessante però è il link proposto al destinatario, il quale potrebbe indurre quest’ultimo a fidarsi vedendo il nome di Google.

I furbetti di turno hanno prima fatto indicizzare da Google il sito Web che ospita le pagine di spam, dopodichè hanno individuato quali keywords proponevano, nella lista dei risultati del motore di ricerca, come primo risultato il sito in questione. A questo punto hanno creato una URL che restituisse un codice HTTP (302) di redirect verso il sito di spam servendosi della funzione “Mi sento fortunato” (o nella sua versione inglese “I’m Feeling Lucky”).
Analizzando l’URL si nota il parametro “btnI”, utilizzato da Google proprio per identificare una ricerca di tipo “Mi sento fortunato”. Piccola nota: il parametro può essere valorizza a piacimento.

Confrontando alcune e-mail sono arrivato alla conclusione che in ciascuna viene modificato il soggetto, la parte finale del corpo e il valore del parametro “btnI” dell’URL.

 

Nessun Commento.. Puoi essere il primo!

Lascia un Commento