Azzeramento dei costi di ricarica degli operatori mobili [updated]

Come era auspicabile, a pochi giorni dall’attuazione del decreto legge Bersani gli operatori mobili italiani hanno diramato appositi comunicati stampa.

Lo si poteva anche immaginare; per ora nessuna ricarica verrà ritirata dal mercato, ne le stracth card (le tipiche ricariche da grattare) ne le ricariche virtuali (fatte tramite CC o Lottomatica), ma sostanzialmente tutte le vecchie ricariche concorreranno all’accredito dell’intera somma spesa per l’acquisto. Anche le strach card acquistate prima della mezzanotte del 4 Marzo, sempre valide dopo quella data, avranno il medesimo funzionamento.

Molti pensano che con l’abolizione dei costi di ricarica molti piccoli tagli di ricarica verranno tolti dal mercato. Personalmente non vedo grossi problemi, le schede ricaricabili non scadranno più quindi non ci sarà bisogno di ricaricarle una volta all’anno. Per chi, fino ad ora, era abituato a ricaricare 10 euro al mese consiglio di ricaricare il più possibile entro la fine di Marzo.

Essendo un decreto legge ad abolire i costi di ricarica, dopo la sua data di attuazione, dovrà essere convertito in legge entro il 3 Aprile altrimenti, tutto tornerà come prima.

Intanto Tre, Vodafone e Tim hanno annunciato al proprio canale di vendita le nuove modalità di funzionamento delle ricariche. Manca solo l’annuncio di Wind, ma penso proprio siano questione di ore. Sono state confermate da più parti delle notizie ufficiose su Wind.
Questi i comunicati (o estratti di essi per questioni di spazio):

  • Vodafone da VodaWorld:

    Dal giorno 4 marzo 2007 alle ore 00.00, tutte le operazioni di ricarica, sia Fisiche sia Virtuali, effettuate tramite qualunque strumento (sia fisico che elettronico) non avranno più il costo della ricarica; tale costo si trasformerà interamente in traffico.
    Dalla data sopra indicata i tagli di ricarica resteranno invariati con la sola differenza che al cliente finale verrà accreditato l’intero importo della ricarica come traffico utilizzabile.

  • H3G da tre.it

    A partire dal 2 marzo 2007, 3 adegua tutte le sue ricariche in conformità con il Decreto Legge 7/07 (Bersani).
    Infatti tutte le ricariche effettuate a partire da questa data, sia lato standard che lato power, ti erogheranno un credito senza scadenza pari all’importo speso per l’acquisto della ricarica.
    Il credito finora erogato sotto forma di contenuti da Pianeta3, verrà incluso nel credito standard da utilizzare per tutti i servizi 3 e senza limiti di tempo.
    [...]
    Dal 2 marzo 2007 anche utilizzando il lato Power riceverai un credito senza scadenza pari all’importo speso per l’acquisto della ricarica come se avessi utilizzato il lato standard.

  • Tim da mobileblog.it

    con riferimento al Decreto Legge numero 7 del 31 gennaio 2007 [...] Vi comunichiamo che a partire dalle ore 00.00.01 del giorno 5 marzo 2007 tutte le operazioni di ricarica effettuate tramite qualunque strumento (sia fisico sia elettronico) non prevederanno più il costo della ricarica, che si trasformerà interamente in traffico.
    Telecom Italia si riserva successivamente di comunicare per le vie formali eventuali variazioni alla propria offerta in termini di tagli di ricarica, sia elettronica sia fisica.

  • Wind da windworld.org

    [...]
    le novità saranno nuovi piani tariffari disponibili dal 5 marzo solo per i nuovi clienti, per chi attiverà una sim dopo quella data, o per chi deciderà del tutto autonomamente di cambiare, per fortuna gratuitamente, piano tariffario da uno di quelli vecchi ad uno di quelli nuovi (i vecchi piani dal 5 marzo non saranno più sottoscrivibili e quindi non più attivabili una volta cambiato piano).
    [...]
    SOLO questi tre piani tariffari non avranno più costi di ricarica, sia utilizzando vecchie ricariche ancora in vendita (8+2 e 20+5) sia utilizzando quelle nuove in uscita nei prossimi giorni (da 10 e 25).
    I vecchi piani tariffari invece continueranno a pagare questi costi aggiuntivi sulle ricariche da 10 e da 25 Euro, sia utilizzando le ricariche vecchie, sia utilizzando quelle nuove.

Senza spendere troppe parole sulla questione vorrei far notare che Tim, nel suo comunicato, ha dichiarato che le nuove direttive, sulle proprie ricariche, entreranno in vigore un giorno dopo il termine massimo per l’adeguamento.

Aggiornamento 28 Febbraio: evidentemente in Wind hanno interpretato in maniera diversa, dagli altri operatori, l’articolo 1 del decreto Bersani. Se queste notizie saranno ufficializzate nei prossimi giorni Wind, in un sol colpo, perderebbe tutte le simpatie dei clienti guadagnate grazie alla trasparenza.

 

3 Commenti a 'Azzeramento dei costi di ricarica degli operatori mobili [updated]'

Segui i commenti sottoscrivendo il feed RSS oppure TrackBack a 'Azzeramento dei costi di ricarica degli operatori mobili [updated]'.

  1. Reck

    la wind stà facendo una sua interpretazione del tutto personale della normativa,
    l’art. 1 del decreto recita tra l’altro:”…Ogni eventuale
    clausola difforme e’ nulla ai sensi dell’articolo 1418 del codice
    civile”
    L’Autorita’ per le garanzie nelle comunicazioni che dovrà stabilire
    le modalita’ attuative della norma dovrà tener conto di tutti queste
    “espedienti” ed essere molto precisa per renderle nulle.

  2. Gianluca

    Salve,
    oggi ho telefonato al mio operatore, fornitore di adsl per chiedere disdetta del contratto con scadenza annuale in Gennaio 2008. Ho chiesto se potevo disdire tale contratto e non pagare per tutti i mesi restanti ma l’operatore mi ha risposto che posso disdire ma devo pagare fino al termine contrattuale! Ho fatto notare che nel decreto Bersani (se non ho capito male), potevo disdire in qualsiasi momento, mi ha risposto che mi sbagliavo. Ora ho le idee confuse…posso fare qualcosa per togliermi da questo vincolo?

  3. Come detto più volte nei commenti di un altro articolo le norme riguardanti la durata minima dei contratti dovranno essere applicate dagli operatori entro il 4 di Aprile. Pertanto fino a quella data, penso, che nessun operatore fornisca notizie in merito.
    La prossima volta cerchi di lasciare un commento nell’articolo inerente il suo quesito.
    Grazie

:: Trackbacks/Pingbacks ::

Nessun Trackbacks/Pingbacks

Lascia un Commento